pescatricolore.it

Come pescare un calamaro

Trucchi e consigli su come pescare al meglio un calamaro

 

calamaro

 

Descrizione:

 

Il calamaro , conosciuto anche come calamaro europeo o calamaro comune è un mollusco cefalopode della famiglia Loliginidae. E’ caratterizzato da un corpo lungo, cilindrico e snello. Le pinne romboidali poste ai lati del corpo rappresentano la maggior parte della lunghezza del mantello. Il bordo posteriore è lievemente concavo, la testa è piccola con grandi occhi coperti da una membrana trasparente. Il calamaro possiede dieci arti (otto sono braccia abbastanza corte e due, che costituiscono i tentacoli, sono lunghe, in quanto servono per catturare le prede ) . Il calamaro europeo normalmente sono lunghi 15–25 cm ( lunghezza del mantello ) ma possono raggiungere anche i 30–40 cm. I maschi di solito sono più grandi delle femmine e crescono più velocemente. La livrea del calamaro europeo è grigio-trasparente o rossastra. I maschi hanno piccoli cromatofori sul mantello.

 

 

Distribuzione e Habitat:

 

Il calamaro comune è una specie neritica ( ovvero che vive vicino alla costa fino ai 200 m di profondità ). Affronta numerose migrazioni , a seconda dell'ambiente in cui si trova. Nel Mar Adriatico, i calamari europei si possono trovare sia nei fondali sabbiosi che in quelli fangosi o rocciosi. Il calamaro è diffuso in tutto il Mar Mediterraneo e nell'Oceano Atlantico orientale .

 

 

Dove e come pescarli:

 

Come pescare un calamaro? Durante la giornata, i calamari preferiscono stanziare al largo su fondali profondi; mentre durante l’alba o il tramonto si avvicinano alla costa su fondali meno profondi . Il calamaro si può pescare in due modi: a riva e dalla barca ; utilizzando una canna e mulinello con un piombo terminale compreso tra i 50 e i 150 grammi di peso per scendere velocemente sul fondo. Anche la lenza in multifibra è importante ; perché riesce facilmente sia a far scendere le esche sul fondale che ad avvertire le abboccate dei calamari non avendo elasticità. Si consiglia di utilizzare il multifibra di prima qualità di diametro compreso tra i 10 ed i 15 centesimi di diametro. La classica tecnica per unire gli artificiali alla lenza madre sfrutta il nodo “dropper loop”. Per pescare dalla barca i calamari vanno attirati , ma ricorda di non utilizzare una forte fonte di luce da puntare in acqua , è una tecnica vietata dalla legge.

 

 

Esche da utilizzare:

 

Consiglio gli Oppai , che sono dei piccoli artificiali spesso realizzati in materiale soffice, ricoperti da uno strato colorato dalla lunghezza di circa 7 centimetri . Vanno montati in successione sulla lenza in modo da aumentare le probabilità di abboccata. Come esca alternativa consiglio la Totanara , ovvero un'imitazione di un piccolo pesce o di un gamberetto .

 

 

 

Articoli per la pesca che consiglio (Link Amazon):

 

120 Esche Artificiali

 

Canna da pesca a basso prezzo

 

Box da pesca professionale

 

Hey! Se hai tempo seguici su Instagram:

Link pagina instagram

 

 

 

Home Pesci Molluschi